Mutuo BancoPosta – Informazioni Utili

Tutti i clienti che aprono un conto corrente presso Poste Italiane possono richiedere un mutuo BancoPosta per acquistare o ristrutturare un’abitazione oppure per ottenere semplicemente un po’ di liquidità per soddisfare altre proprie necessità.

Il suddetto mutuo può essere concesso anche con finalità di surroga nei casi in cui il richiedente abbia già contratto in precedenza dei mutui con un altro ente o istituto bancario. Nel caso in cui il finanziamento venga richiesto per finalità di acquisto o per sostituzione di un mutuo pre-esistente, esso può arrivare a coprire fino all’80% del valore dell’immobile. In caso di richiesta di mutuo al solo fine di avere liquidità, l’importo potrà arrivare a coprire fino al 55% del valore commerciale dell’immobile in questione. Mentre, In caso di ristrutturazione, il mutuo BancoPosta arriva a coprire il 100% del costo delle spese di ristrutturazione, a condizione però che queste non superino il 40% del valore dell’immobile.

Per poter ottenere il finanziamento il richiedente deve presentare un’iscrizione ipotecaria di primo grado che deve essere pari al 150% della somma del mutuo. Per quanto riguarda i tassi applicati al finanziamento, si tratta di somme che vengono stabilite secondo un parametro preso ogni mese dal mercato dei capitali e secondo uno spread. Per quanto riguarda la restituzione delle rate del mutuo, queste vengono rimborsate tramite un addebito mensile che viene effettuato tutti i 27 del mese direttamente sul conto BancoPosta del richiedente.

In alcuni casi il richiedente potrà anche decidere di estinguere il debito in anticipo rispetto ai tempi precedentemente concordati senza dover pagare alcuna penale o spesa aggiuntiva. Questo principio non vale, però, nei casi in cui il mutuo venga richiesto esclusivamente per poter avere della liquidità: in questo caso, infatti, viene applicata una commissione pari all’1% del capitale residuo.