Disdetta del Contratto di Locazione – Cosa Bisogna Sapere

Spesso i contratti di affitto prevedono un termine di scadenza molto lungo, è tuttavia possibile per il conduttore recedere anticipatamente dal contratto in qualsiasi momento qualora sorgano dei gravi motivi legati a motivazioni e circostanze oggettive e non dipendenti dalla volontà del conduttore; deve inoltre essere comunque dato un preavviso al locatore.

Qualora il contratto di affitto fosse ad uso commerciale, alcuni gravi motivi che potrebbero essere causa della cessazione del contratto anticipato potrebbero essere: mancata realizzazione di un piano di sviluppo urbano del quartiere, sopravvenuta esigenza di trasferire altrove la propria attività e qualunque altro motivo che possa essere valutato in modo oggettivo.

Dando comunicazione del recesso anticipato, il locatore può tuttavia pretendere il pagamento dei canoni per i sei mesi successivi alla comunicazione della disdetta; il pagamento non è più dovuto qualora il locatore trovasse un nuovo conduttore prima dello scadere dei sei mesi.

Il conduttore che volesse recedere dal contratto anticipatamente, dovrà dare comunicazione dei gravi motivi contestualmente alla lettera di recesso per dare la possibilità al locatore di verificare l’oggettività degli stessi.

Per scrivere il documento è possibile utilizzare questo modello presente su questo sito, da compilare con i propri dati e con quelli relativi al contratto.

Qualora non fossero comunicati i gravi motivi e non fosse presente nessuna clausola relativa alla possibilità del conduttore di recedere liberamente, il locatore avrà diritto al pagamento dei canoni fino alla regolare scadenza contrattuale.