Come Riposarsi Veramente in Vacanza

Secondo un recente sondaggio tre italiani su 4, non riescono a staccare dal lavoro nemmeno quando sono in vacanza e rimangono in contatto con l’ufficio anche sotto l’ombrellone!

La ricerca è stata effettuata raccogliendo i dati in nove paesi europei: Italia, Spagna, Germania, Inghilterra, Irlanda, Francia, Svezia, Norvegia e Danimarca.
Insieme agli irlandesi, siamo a tutti gli effetti il popolo più lavoratore, in particolare, dal sondaggio emerge che in Italia i meno propensi a staccare dall’ambiente di lavoro sono il 77% degli uomini rispetto al 72% delle donne, mentre sono i giovani tra i 25e i 35 anni quelli ade essere più legati al luogo di lavoro anche durante le vacanze.

Per concludere abbiamo pure un’altro primato, quello dei lavoratori più disponibili a essere contattati dal capo durante le meritate ferie (il 74% dei lavoratori italiani!).

Questo può pure inorgoglirci ma c’è da dire anche che le vacanze sono fatte per riposarsi quindi abbiamo deciso di illustrarvi alcuni consigli per trascorrere al meglio le tanto sognate vacanze.

– Innanzitutto capire da dove arriva lo stress! Fai mente locale di cosa ti genera ansia, quali sono le cause che la scatenano, ti aiuterà a renderti conto che ci sono situazioni che non dipendono da te e che quindi non puoi controllare, questo esercizio aiuterà a scacciarle via.

– Trova la valvola di sfogo adatta a te, che sia legger un libro o fare attività fisica (corsa, nuoto, ecc), fare qualcosa che ci gratifica aiuta a rilassarsi e tiene lontano lo stress.

– Pensa positivo! Un pensiero positivo come una persona o un’attività piacevole aiuta a calmare le ansie, la mente infatti è in grado di isolare un’unica idea e scacciare pressioni e stress.

– Respira! Concentrarsi sulla respirazione anche solo per 5-10 minuti aiuta ad abbassare la pressione arteriosa, la frequenza cardiaca e a scacciare i cattivi pensieri.

– Crea una nuova routine! Quando si è in vacanza, la creazione di una routine può evitare di farci sentire stressati. Stabilisci un programma che imponga orari precisi può essere un valido aiuto, una sorta di tabella di marcia della vacanza in modo tale da non avere la sensazione di stare perdendo tempo.

– Informate prima colleghi, clienti, ecc che andate in vacanze in maniera tale che non possano disturbarvi! Salvo situazioni di emergenza reali, imponetevi di controllare le mail non più di un paio di volte al giorno.

Molto interessante.