Come Funziona il Conto Deposito

Innanzitutto diciamo cosa è un conto deposito. Risulta essere un tipo di deposito denaro, con il quale fai richiesta ad una banca di custodirti del denaro, di darti su esso degli interessi e di restituirtelo subito, qualora ne dovessi fare richiesta. La differenza con un conto corrente bancario tradizionale consiste nel fatto che hai una possibilità di operatività più restrittiva, a monte però di ben altri vantaggi.

Se sei deluso del tuo conto corrente bancario o postale, perché la remunerazione è del tutto inesistente e le spese di fine anno, per tenuta conto e operazioni varie, sono abbastanza esose o se, con i soldi che hai messo sul tuo conto corrente postale o bancario non hai intenzione di fare alcuno investimento, neanche di entità ridotta, ma intendi solo farteli custodire, allora è preferibile che tu gestisca il tuo risparmio in maniera più oculata e intelligente.

Aprendo un Conto deposito presso alcune Banche tipo Ing Direct, Che Banca e similari. I vantaggi che ne puoi ricavare non sono pochi. Innanzitutto hai la garanzia, come c’è peraltro per tutti i conti correnti in genere, che, in caso di inadempienza della tua banca o di “turbative” di altro genere, puoi usufruire del Fondo Interbancario di Tutela dei depositi pari ad un tetto massimo di 103.291,38 euro.

Sulla somma che depositi ricevi un rendimento molto più alto, sia se lo rapporti ai Bot, sia ai conti correnti tradizionali. In altre parole ti si offrono dei tassi d’interesse più elevati. Diciamo che è come se facessi un investimento del tuo denaro a basso rischio, paragonabile cioè ai Buoni Fruttiferi postali.

Oltremodo non devi temere alcun vincolo di prelievo di denaro, perché puoi prelevare quanto vuoi in qualsiasi momento. Un vantaggio aggiuntivo, da non sottovalutare, è che questo tipo di deposito è a costo zero. Nulla è dovuto ad apertura e a chiusura conto, alla gestione e non c’è alcun aggravio di bollo, che invece si ritrova nei conti correnti tradizionali, ogni bimestre.

Vediamo come si depositano i soldi. Devi avere, a tuo nome, un conto corrente predefinito, detto anche di appoggio, o postale o bancario, in virtù del quale ti sarà possibile alimentare quello detto di deposito. Facendo un bonifico, un assegno, ma anche versando contanti direttamente sulla banca di deposito.

Questa procedura di trasferimento soldi è totalmente reversibile, nel senso che, una volta che il denaro sia stato trasferito dal conto di appoggio a quello di deposito, puoi, in qualsiasi momento, richiamarlo indietro, cioè passare dal conto di deposito al tuo conto di appoggio, senza alcun problema, semplicemente facendone richiesta.